Articoli e News sul mondo degli Eventi in Italia

L’importanza della giusta illuminazione di uno stand fieristico

La fiera è una dimensione ricca di centinaia di stand, una miriade di prodotti in esposizione e una moltitudine di stimoli che colpiscono visivamente il potenziale consumatore. La luce, a tal proposito, è un elemento di fondamentale importanza per distinguersi e fare la differenza, curando un aspetto troppo spesso sottovalutato anche dalle migliori agenzie specializzate. Essa non viene usata solo per illuminare, nel senso canonico del termine: in un allestimento fieristico, riesce a presentare i prodotti, a valorizzare i marchi, nonché a renderli immediatamente riconoscibili. Gli scenari in cui è possibile adoperare questo potente strumento, infatti, riescono a catturare l’attenzione del visitatore, offrendo uno stand che catalizza immediatamente lo sguardo, invogliando ad entrare.

L’obiettivo di una partecipazione fieristica consiste nel saper trasformare il maggior numero possibile di interlocutori commerciali in clienti interessati ad un dato articolo e/o servizio. Come fare?

Abbiamo deciso di aprire una breve panoramica informativa in merito alle tecniche più comuni e funzionali che consentono di ottenere ottime performance. L’estetica e il design sono due elementi sempre più preponderanti nell’ambiente fieristico; saper trovare il giusto compromesso significa massimizzare i profitti e aumentare le vendite: ecco cos’è bene tenere a mente in merito all’illuminazione.

 

L’importanza dell’illuminazione in un allestimento fieristico: le tecniche

Quante volte capita di essere alla ricerca dell’idea giusta con cui valorizzare e rivoluzionare il tuo stand in fiera? Come saprai, gran parte del lavoro dei professionisti che si occupano di tale campo riguarda il saper personalizzare e rendere versatile la tua proposta commerciale per il pubblico. I fattori che concorrono alla riuscita di un allestimento adeguatamente illuminato sono molteplici: dov’è collocato lo stand? La fiera ha luogo in un mese caldo e particolarmente soleggiato o in una location invernale, in cui è solito fare buio sin dalle prime ore pomeridiane? Comprendere i trucchi del mestiere significa scegliere sempre la soluzione più adatta, ovvero quella che agevola la visita del cliente.

Le tecniche usate dai professionisti sono molteplici, ma quella forse più frequente e conosciuta è la cosiddetta illuminazione d’accento, il cui scopo consiste nella creazione di un fascio luminoso emesso attraverso una sorgente, capace di concentrarsi in uno spazio preciso e molto ristretto per attirarvi lo sguardo. La soluzione in questione è ideale per mettere in primo piano un prodotto importante, magari proprio il fiore all’occhiello sul quale ruota la partecipazione della tua azienda alla fiera. In alternativa, è bene creare un angolo del tuo stand particolarmente rilevante per il consumatore, caratterizzato da un gioco di luci e colori che siano in grado di invogliare i potenziali clienti alla visita.

In linea generale, la regola aurea è la seguente: si ottiene la massima efficacia quando l’illuminazione generale del padiglione fieristico non è troppo forte e accecante, oppure quando è possibile ricreare una situazione di parziale oscurità nello stand, così da valorizzare i punti importanti mediante la luce d’accento.

 

Luce in fiera: ecco cosa tenere a mente secondo ICB allestimenti

L’illuminazione è un elemento creativamente personalizzabile da usare appositamente per rivoluzionare l’estetica generale di uno stand in fiera. Sebbene le proposte non mancano di certo, è bene tenere a mente che non sempre potrai intervenire nello stesso modo: il più delle volte l’ambiente generale ha un alto tasso di luce su cui è difficile operare con fantasia e ottima resa performativa. In ogni caso – qualunque sia la tipologia di padiglione in cui viene collocato il tuo allestimento – è importante tenere a mente due aspetti:

  • le caratteristiche della luce: la temperatura del colore è il cavallo di battaglia di ogni intervento illuminotecnico. Le fonti di luce artificiale hanno una tonalità che va dal giallo caldo delle lampade ad incandescenza fino al bianco delle fonti energetiche a luce diurna. Queste differenze sono importanti quando si deve scegliere l’illuminazione più adatta per l’allestimento in fiera: se si vuole catalizzare l’attenzione su prodotti particolarmente appariscenti – come un’esposizione di automobili, per esempio, o di laptop ultima-generazione – si può optare per un fascio bianco e freddo, quasi riflettente; in caso di un’esposizione in cui è necessario arricchire l’estetica generale – creando un’atmosfera di maggior ricerca dei dettagli e di sfumature più familiari – si può optare per tonalità più calde e accoglienti;
  • la luce come parte del progetto fieristico: una buona illuminazione emerge nei contrasti di luce e ombra; l’effetto plastico che si riesce a creare nel cuore della tua presentazione aziendale ha lo scopo di accentuare gli elementi di cui vuoi fare maggiore sfoggio. Illuminare in maniera omogenea la superficie espositiva significa appiattire ogni contrasto, con il rischio che anche lo stand di maggior pregio si limiti ad essere poco interessante e superfluo agli occhi del visitatore.

 

L’importanza della giusta illuminazione di uno stand fieristico: la competenza di ICB allestimenti

La luce segue alcune tendenze contemporanee, come il settore della moda: comprendere le regole che permettono di massimizzare la resa dei tuoi prodotti e/o servizi, significa in primo luogo rivolgere uno sguardo d’insieme alle preferenze che vengono espresse dai professionisti e dai visitatori delle fiere. Al giorno d’oggi, la nostra proposta è quella di scegliere luci a effetto, morbide e meno potenti rispetto alla resa visiva di qualche anno fa. Insomma, dal LED – con un elevato rendimento eco-sostenibile – a corpi illuminanti di differente tipologia – come le lampade a incandescenza o i fari, – ogni elemento offre la possibilità di regolare l’intensità luminosa e generare più o meno calore rispetto ad altre tecnologie.

Conoscere le specifiche tecniche delle modalità tecno-illuminative significa scegliere i professionisti in grado di personalizzare il tuo allestimento commerciale in base alle necessità di ogni singola fiera a cui decidi di partecipare. Noi di ICB siamo consapevoli di quanto il dialogo con il cliente sia il primo passo per comprendere le sue esigenze: l’illuminazione del tuo stand è un percorso artistico, in cui valorizzare te e la tua azienda. Plasmiamo la luce in base alle tue necessità e offriamo una presenza capillare sul territorio nazionale, così da seguire la tua crescita e le tue vittorie: sei alla ricerca del modo migliore per illuminare il tuo lavoro? Noi di ICB allestimenti sappiamo rivoluzionare la tua proposta commerciale! Contattaci per ricevere tutte le informazioni.

Non vediamo l’ora di mettere i tuoi prodotti sotto una nuova luce!